Arte e Collezionismo

La nostra opinione sul rapporto Hiscox Online Art Trade 2019

Il 2018 non è stato un anno rivoluzionario per il Mercato dell'Arte online. Secondo il rapporto di Hiscox, il mercato online rimane sovraffollato e il livello di fiducia sul futuro delle piattaforme elettroniche è sceso significativamente. Dai numeri chiave ai modelli di acquisto e criptovaluta... siamo lieti di offrirvi una rapida visione del rapporto Hiscox che e stato appena rilasciato.

Rita Hamri

4 min

Hiscox Art report

il Mercato dell'Arte online

A- Numeri chiave e tendenze

Nel 2018, il Mercato dell'Arte online è cresciuto del 9,8% per raggiungere $ 4,64 miliardi, un dato che rappresenta un importante rallentamento rispetto alla crescita del 12% registrata nel periodo 2016-2017.

Questa decelerazione può essere spiegata da diversi fattori: l'incertezza economica e politica globale, il sottoinvestimento nella tecnologia, un mercato sovraffollato e la difficoltà della logistica. Il 77% delle piattaforme online ha una visione positiva sul futuro del loro business, ma anche questa cifra alta evidenzia una forte diminuzione della fiducia rispetto all'anno precedente. Molte gallerie e commercianti sono riluttanti ad entrare nel Mercato di Arte online, specialmente perché costruire un rapporto di fiducia con i clienti attraverso gli schermi del computer e molto complicato. Le gallerie consolidate che decidono di lanciare versioni online,  come Gagosian e David Zwirner, hanno sicuramente un vantaggio importante. Una delle principali aspettative per il futuro del settore è che i giocatori più grandi sicuramente ne assorbiranno di più piccoli, ad esempio l’acquisizione da parte di Barnebys di CollectorsWeekly.com e valuemystuff.

B- I millennials e la proprietà frazionata

I millennials rimangono il mercato target più importante dell'e-commerce. Secondo il rapporto Hiscox, questa "Generazione Amazon" sta sicuramente considerando la proprietà frazionata come punto di ingresso per iniziare a investire nell'arte. Il 51% degli acquirenti di opere d'arte al di sotto dei 30 anni ritiene che la comproprietà dell'arte sia un ottimo modo per iniziare a collezionare. I millennial vogliono contribuire attivamente all'industria dell'arte e la considerano una forma di filantropia. Molte aziende che stanno diventando sempre più popolari, come Maecena o Feral Horses ,  stanno offrendo la possibilità di co-investire in opere d'arte. 

Tecnologia e arte

C- Il mercato della cripto-valuta e la tecnologia blockchain

Da dicembre 2017, le cripto-valute hanno registrato molta volatilità: sono adatte al mondo dell'arte? Ci sono molte nuove imprese come ArtChain, Fresco, DADA Art o Codex che offrono l'opportunità di investire in opere d'arte utilizzando token o cripto-valute legate all'arte. Questo è sicuramente un lato del mercato ancora in fase di sviluppo. È vero che l'integrazione della tecnologia blockchain sul mercato potrebbe essere un punto di svolta per la digitalizzazione dell'arte, allargando l'industria a nuove reti di collezionisti. Noi di Convelio crediamo che la tecnologia blockchain potrebbe portare più trasparenza a questo mercato opaco, ma la sua integrazione rimane limitata. Secondo Hiscox, solo il 30% delle piattaforme online intervistate sta considerando l’utilizzo blockchain. 

D- L'importanza dei social media

Instagram continua a essere la piattaforma di social media preferita dal Mondo dell'Arte - il 65% degli intervistati la sceglie come piattaforma preferita per la comunicazione artistica. I social media nel mondo dell’arte possono essere estremamente efficaci quando vengono utilizzati come strumenti per influenzare i modelli di acquisto (il 67% di tutti gli intervistati ha affermato che i post di artisti e gallerie influenzano le loro abitudini di acquisto).  Ma i veri vincitori di questa rivoluzione degli instagram sono gli artisti. Ad esempio JR, Kaws, e Banksy sono riusciti a utilizzare il loro profili per comunicare la loro arte a un'audience di più di 1 miliardo di utenti su Instagram.

Un'altra storia di successo è la famosa galleria Unit London, che dal 2013 ad oggi ha sfruttato canali come Instagram per far crescere la propria popolarità. L'obiettivo dei due co-fondatori era di fornire un’unica piattaforma sperimentale per che gli artisti potessero esprimersi e mostrare le loro opere in tutto il mondo. Utilizzando le nuove tecnologie e un approccio avanguardistico alla comunicazione, sono riusciti a passare da una galleria pop-up a Chiswick a uno spazio di 6000 metri quadrati nel cuore di Mayfair in pochi anni. Oggi rappresentano circa 30 artisti con numerosi collezionisti da ogni parte del mondo. Organizzano molte eventi e discorsi: vi consigliamo vivamente di passare a trovarli a Londra!


L'uso dei social media in cifre

1- l'80% degli acquirenti d'arte li usa per scoprire gli artisti
2- Il 70% degli acquirenti d’arte li usa per seguire artisti
3- Il 75% degli acquirenti d'arte utilizza instagram per trovare l'arte da acquistare

La logistica del Arta

La logistica rimane un grande ostacolo per la crescita del Mercato d’Arte online. A nostro avviso, la necessità di creare un'esperienza utente completa è una priorità. Per decenni, la questione della logistica ha frenato l'e-commerce a causa delle numerose inefficienze radicate nel processo di spedizione. Qui a Convelio sappiamo che i venditori stanno cercando soluzioni per facilitare l'esperienza di acquisto dei loro clienti e renderla il più semplice possibile. Riteniamo che l'industria della logistica debba adattarsi a questa proliferazione di mercati online e trovare nuovi modi per rispondere alla sfida digitale. Quindi, è con un sacco di orgoglio che abbiamo deciso di rispondere a questa domanda creando il nostro plugin di Application Programming Interface (API) logistico per ottenere quotazioni istantanee direttamente su qualsiasi sito web.


I risultati del sondaggio si basano sulle risposte di 706 compratori d'arte intervistati attraverso la mailing list di contatto di ArtTactic. Per questo rapporto, Hiscox ha anche esaminato 128 gallerie e commercianti che rappresentano una gamma più ampia di opere d'arte e da collezione.


30 giugno 2019

Rita Hamri