La Vita Convelio
Life@Convelio - Chelsea, Direttore Operativo
Chelsea è entrata a far parte di Convelio nel 2018 come Operations Analyst nel team del Regno Unito. In questa intervista, parla della sua esperienza in Convelio passando al full-remote nel mezzo della pandemia.
Convelio Photo - Crate 10

Di dove sei?

Sono per metà inglese e per metà filippina. Mi sono trasferita nel Regno Unito quando avevo 12 anni, dove sono cresciuta a Bath, nel Somerset. Dopo essermi laureata a Kingston University nel 2017, mi sono trasferita a Londra.

Chelsea picture

Cosa fai a Convelio?

Ho iniziato a lavorare a Convelio come Operations Analyst. A gennaio 2020 sono stata promossa a Operations Manager nel Team Last Mile, che si occupa delle nostre esportazioni. Ora mi occupo delle operazioni quotidiane come responsabile del Team Last Mile, in collegamento con il servizio clienti e con il Team First Mile per migliorare i nostri processi.

Di cosa ha avuto paura quando tutti i membri del team Convelio hanno iniziato a lavorare in remoto durante la pandemia a marzo 2020?

Il problema che mi preoccupava di più era che il team operativo non avrebbe lavorato a stretto contatto e personalmente, poiché la collaborazione e la possibilità di sostenersi a vicenda faccia a faccia faceva parte della nostra routine quotidiana in un ambiente d'ufficio. Mi manca lavorare con loro, non possiamo sederci vicini, ma anche a distanza ci assicuriamo che tutto vada bene e comunichiamo ancora molto! Lavorando completamente a distanza, avevo paura che avremmo perso la nostra atmosfera amichevole. Di solito andavamo a pranzo e condividevamo le pause in ufficio.

Tuttavia, il team del Regno Unito ha ancora un meeting una volta alla settimana per aggiornarsi sui nuovi affari, incontrare i nuovi arrivati, condividere gli aggiornamenti e parlare della settimana che ci aspetta. Ci sono molti nuovi arrivati, quindi c'è molto da recuperare! Siamo qui l'uno per l'altro, rispondiamo alle domande dei nuovi arrivati, li supportiamo condividendo gli schermi e li formiamo su questioni tecniche. Non è sicuramente la stessa atmosfera rispetto a prima di Covid, ma è anche una bella atmosfera!

E come vi supportate a vicenda quando lavorate tutti a distanza?

Sia in remoto che non, sono in grado di formare i nuovi arrivati e coordinare le spedizioni con gli altri team: parliamo molto attraverso gli strumenti di comunicazione interna come Slack per le chiamate, Google Meet e Whereby per le videochiamate. Utilizziamo anche i tag di Front email e ci scambiamo molto nei canali dedicati al team di Slack.

D'altra parte, il team organizza eventi per tirarci su di morale e farci incontrare nonostante la situazione attuale ci faccia lavorare separati. Non ci sono molte opportunità di incontrarci a causa della situazione/limitazioni/per il tempo. Abbiamo colto ogni opportunità! Alla fine di agosto, ci siamo incontrati con la squadra nel centro di Londra. Abbiamo portato cibo, vino, pizze per fare un picnic al parco.

Cosa ti ha aiutata a passare a full-remote?

A Convelio ci sono molti canali di comunicazione, come ad esempio Slack, Front, ecc. Convelio ha implementato un sistema Coffee buddy: ogni settimana siamo in coppia casuale con qualcuno di Convelio e l'idea è quella di trovare il tempo per connettersi durante la settimana. Questo aiuta a costruire ponti tra persone di diversi team che lavorano in diversi uffici (Londra, Parigi e New York).

Inoltre, ho già fatto allestire un ufficio a casa, quindi è stato bello avere un mio 'proprio' spazio di lavoro che non fosse solo il tavolo da pranzo della cucina o la scrivania della camera da letto. È stato bello averlo separato.

Dopo un sondaggio inviato a tutti i membri del team nel giugno 2020, Convelio ha deciso di dare piena flessibilità a tutti i membri del suo team per scegliere quando e dove vogliono lavorare, indipendentemente dal loro reparto, posizione o dal tempo trascorso in azienda. Qual è la parte migliore di poter lavorare su un modello a distanza flessibile secondo te?

Vivo lontano dalla città e la remote-first policy è l'opportunità di avere un sonno extra la mattina! Poiché vivo lontano dall'ufficio, la possibilità di lavorare a distanza mi permette di risparmiare tempo nel pendolarismo (e anche soldi sulle tessere di trasporto!). Mi piace lavorare nella comodità di casa mia. Avevo una stanza in più che ho trasformato nel mio ufficio a marzo. Mi piace avere uno spazio tutto mio. Lavorare da casa mi permette di passare più tempo con i miei amici che vivono accanto a me. Possiamo organizzarci per stare insieme dopo una giornata di lavoro senza il tempo trascorso viaggiando.

La migliore location da cui ho lavorato a distanza è Kingston, ho lavorato anche da casa di amici! Lavorare su un modello a distanza ci dà più flessibilità.

L'esperienza di Chelsea in Convelio ti sembra interessante? Vieni a dare un'occhiata alle opportunità di stage e lavoro sul nostro sito!

29 dicembre 2020