La Vita Convelio

Life @Convelio - Elisa, stagista Business Development

Elisa ha iniziato il suo percorso in Convelio a Maggio per il suo stage di 4 mesi nel team Business Development. In questa intervista Elisa parla dei vantaggi di lavorare in una startup che lega arte e business e della sua esperienza all’interno di un team attento, valorizzante e internazionale!

Marlo Lorand

Convelio crate

Potresti introdurti: chi sei e che cosa ti ha portato qui?

Ciao a tutti, mi chiamo Elisa e sono una studentessa del Master in Management dell’ ESCP Business School. Prima di ciò, ho effettuato studi umanistici ed ho conseguito una laurea triennale presso il dipartimento di Economia, Statistica e Matematica dell’Università di Torino. Ho iniziato il mio percorso in Convelio perché vorrei conseguire una carriera in un ambiente dove poter mettere in pratica le mie conoscenze economiche e la mia passione e amore verso l’arte.

Elisa

Qual è il tuo lavoro, quali sono i tuoi incarichi?

Come stagista nell’ambito Business Development, sono incaricata di filtrare e qualificare i Leads su Saleforce e di assistere le vendite nei nostri uffici di Parigi e di Londra per incrementare il ciclo delle vendite. Amo imparare come parlare con potenziali clienti sottolineando la value proposition di Convelio e le caratteristiche dei suoi prodotti per aumentarne la popolarità. Effettuo inoltre attività relative al Marketing, come ad esempio la scrittura e traduzione di articoli per il nostro blog, e l’elaborazione di strategie per i testimonial e per l’automatizzazione di campagne. Infine, sto prendendo parte in un progetto molto interessante che consiste in un'analisi della competizione.

Com’è lavorare in un team situato in diversi Paesi?

Uno dei motivi per cui desideravo entrare a far parte di Convelio è la sua internazionalità. E, anche se sto lavorando in remoto, riesco completamente a cogliere il multiculturalismo dell’azienda! Si tratta di una startup francese con un ufficio a Parigi, uno a Londra e presto un altro a New York, con persone che vengono da tutto il mondo (vi sono più di 6 nazionalida differenti!). Il team di Convelio ha creato un fantastico onboarding program per accogliere i nuovi membri del team. In soli pochi giorni, ero riuscita a conoscere la maggior parte dei miei colleghi e a capire l’organizzazione l’azienda! Ora posso solo dire che non vedo l’ora di incontrarli di persona quando solcherò le porte dell’ufficio di Convelio a Parigi.

Che cosa ti piace di più del tuo stage in Convelio?

Il mio team ed i miei colleghi! Reputo che il fatto che il tuo team ti insegni molte nuove nozioni, ti dia l’opportunità di metterle in pratica e ti gratifichi per il tuo lavoro, sia la miglior combinazione per essere soddisfatto/a del tuo lavoro e per continuare a dare il tuo 100%. Un’altra cosa che mi piace molto sono i nostri incontri settimanali “All Hands”, dove tutta l’azienda è virtualmente riunita e posso avere l’occasione di capire i progressi dovuti al duro lavoro di ognuno e imparare nuove cose riguardo ad aree così disparate del business di spedizioni di opere d’arte!

Quali sono i vantaggi di far parte dell'avventura di Convelio?

Secondo me, il fatto di essere in un ambiente giovane e dinamico. Ogni giorno vi è qualcosa di nuovo da fare ed ogni giorno è diverso dal precedente. Ho davvero l’impressione che l’azienda stia crescendo molto - così tanti obiettivi sono stati raggiunti da quando ho iniziato a lavorare qui, 3 mesi fa. É incredibile vedere tutti questi progressi e notare come ogni singolo membro dell’azienda giochi un ruolo così importante in tale crescita.

Hai imparato qualcosa in Convelio che non ti saresti mai immaginata?

Ho imparato molto sia nell’ambito operations che in quello dell’arte. Avevo seguito in università un corso di Operations Management, dunque mi ha arricchito molto vedere teorie lette nei libri applicate nelle pratiche di Convelio. Sto inoltre imparando molto di più riguardo il settore delle opere d’arte: grazie al mio lavoro, sono spesso - direttamente o indirettamente - in contatto con gallerie, case d’asta e designer d’interni. Stiamo vivendo un decennio in cui i settori dell’arte e della spedizione d’arte stanno subendo una rivoluzione, e Convelio gioca un ruolo estremamente importante in questo contesto.

Quale consiglio daresti ad uno studente che desidera candidarsi per uno stage in Convelio?

Consiglierei a lui o a lei di impiegare del tempo a fare alcune ricerche sull’azienda e sul settore. É un ambito molto di nicchia e altamente specializzato, dunque mostrare di aver fatto le tue ricerche sarà sicuramente un punto a tuo favore! Direi loro inoltre di essere loro stessi e parlare non solo dei propri risultati accademici ma anche della loro persona, delle loro passioni e passatempi, e di come queste caratteristiche li renderebbero candidati perfetti per l’azienda! Le persone di Convelio sono molto genuine, vere, gentili e laboriose, dunque se possiedi questi tratti potresti aver trovato lo stage perfetto per te!

L’esperienza di Elisa in Convelio ti sembra interessante? Dai un’occhiata alle nostre opportunità di lavoro e di stage ed unisciti all’avventura di Convelio!

17 agosto 2020

Marlo Lorand