ArtDiscovery x Convelio: Una partnership di ricerca e tecnologia

Convelio è entusiasta di annunciare la sua partnership con ArtDiscovery, fornitore leader di competenze scientifiche e tecniche per tutta la comunità delle belle arti. ArtDiscovery rappresenta per noi un nuovo partner chiave nella nostra iniziativa Art+ Tech, con loro ci siamo seduti per discutere di tutto, da Kandinsky e conservazione, alla digitalizzazione del mercato dell'arte!

Image from Art Forgery: Why Do We Care So Much for Originals? (Medium)

Puoi parlarmi di ArtDiscovery, e di come sia diventato un fornitore leader di competenze scientifiche e tecniche per tutta la comunità delle belle arti?

ArtDiscovery è stata fondata nel 2009 e ha uffici a New York e Londra. I nostri esperti hanno impiegato decenni a raccogliere e analizzare dati su un'ampia gamma di materiali di riferimento, con un focus speciale sui pigmenti. Questo ha fatto sì che, la nostra collezione di pigmenti, rappresenti la più grande collezione privata a livello mondiale, così come la sua libreria spettrale associata. Grazie a questo, abbiamo la possibilità di far riferimento a questi ampi dati storici, assicurandoci che i nostri risultati siano accurati, coerenti e completi.

Le nostre ricerche forniscono un controllo incrociato oggettivo degli approcci storici dell’arte tradizionale come l’analisi sulla provenienza e il parere degli specialisti. Pur utilizzando metodi e tecnologie high-tech, siamo molto più che "scienziati". Tutti i nostri specialisti sono esperti nella conservazione dell'arte, tecnici e storici dell'arte.Il nostro obiettivo è quello di aiutare i nostri clienti ad aumentare il valore delle loro opere d'arte e dare maggiore fiducia quando acquistano arte.

Cosa offre ArtDiscovery al singolo cliente?

ArtDiscovery è leader di mercato per l'analisi scientifica e tecnica della storia dell’arte a supporto dei processi di autenticazione delle opere d’arte. Utilizzando la scienza dei materiali e l'imaging tecnico nel contesto tecnico della storia, supportiamo i clienti in tutto il mondo aumentando il valore, riducendo il rischio, stabilendo l'attribuzione, determinando le condizioni, gestendo reclami legali e assicurativi e molto altro ancora.

Il nostro team è esperto e riconosciuto a livello internazionale, ha studiato artisti da Rembrandt a Calder, Monet, Da Vinci, Picasso e Kusama - in città come Los Angeles, Parigi, Il Cairo e altre principali città in tutto il mondo. I nostri protocolli sono progettati pensando all'arte, per raccogliere il massimo delle informazioni trattandole come se fossero le nostre.

ArtDiscovery ha una comprovata esperienza in casi autenticazioni e falsificazioni di alto profilo. Qual è stato il più memorabile? 

Alcuni anni fa, un dipinto di recente scoperta che si pensava fosse di Wassily Kandinsky è stato portato nel nostro laboratorio su richiesta della Fondazione Kandinsky, per fornire una valutazione ed aiutare la fondazione dell'artista a prendere una decisione sull'autenticità dell'opera. Dopo aver condotto un esame tecnico, abbiamo riscontrato che il dipinto era coerente con i materiali di Kandinsky mentre con le immagini tecniche siamo stati in grado di decifrare un disegno di fondo che raffigurava una scena del porto. La Fondazione ha scoperto che al disegno corrispondeva uno schizzo fatto dall'artista nel suo album da disegno autenticato e, grazie a questa scoperta, il dipinto è stato accettato nel catalogo. Inutile dire che il suo valore è aumentato enormemente. Questo è solo un esempio del valore e del potenziale di testare nuovi modi di analizzare le opere d'arte.

Su quale categoria di opere d'arte preferite applicare i vostri metodi scientifici?

Dai grandi pittori antichi agli impressionisti, passando per gli artisti moderni e contemporanei, abbiamo il background e l'esperienza necessaria per affrontare vari generi e tipi di arte: dipinti,sculture, disegni e molto altro ancora. Recentemente, ArtDiscovery ha contribuito a riassegnare la datazione di un'importante scultura lignea giapponese di un Buddha risalente al XI-XII secolo (la prima impressione è che risalisse al XVI secondo) mediante analisi al radiocarbonio che ha rivelato la sua importanza storica.

È un vero piacere avere l'opportunità di lavorare su un'ampia gamma di supporti, applicando i nostri protocolli standard. Tutto ciò rende il nostro lavoro, mai monotono!

Quali sono i tuoi pensieri sulla digitalizzazione del mercato dell'arte e sul ruolo chiave che hanno assunto la trasparenza e la fiducia?

Vediamo un numero crescente di transazioni di alto valore che avvengono online, spesso con le opere d'arte acquistate senza essere viste (solo tramite immagini su uno schermo). Quando un collezionista spende una quantità significativa di denaro per un'opera d'arte, ciò rappresenta un rischio reale e sostanziale: chiedere ulteriori rassicurazioni non è solo una richiesta equa, ma un supporto più solido diventa quasi un requisito. Sono fiducioso che con l'inclusione degli strumenti e delle competenze giuste, sarà possibile ottenere maggiore trasparenza, fiducia e sicurezza per sostenere la nuova era digitale del mondo dell'arte.

Quanto dipende la vostra attività dalla logistica e quali sono state le sfide ad essa correlate?  

La maggior parte dei nostri clienti deve spedire le proprie opere a livello internazionale e trovare un'azienda che lavori in modo veloce, efficiente e con prezzi competitivi, è sicuramente qualcosa di cui eravamo alla ricerca. Con uffici a Londra, Parigi e New York, Conveliosi trova nella posizione di rendere la transizione post Brexit comoda e senza stress, gestendo tutta la documentazione necessaria per spedire le tue opere d'arte in tutto il mondo in piena sicurezza. Siamo molto entusiasti di iniziare una lunga e proficua collaborazione con Convelio e siamo certi che i nostri clienti ne trarranno un grande vantaggio.

February 15, 2021

Ottavia Ampuero Villagran