ARTXIT x Convelio - L'arte italiana ha una nuova casa

Convelio è lieta di annunciare la nostra partnership con ARTXIT.

Eugenio da bambino che guarda un'opera d'arte

A partire dal 2019, il loro forte desiderio di condividere la bellezza e la diversità dell'arte contemporanea italiana ha posizionato ARTXIT come leader nell'esposizione delle opere di artisti italiani. Da Graziano Spinosi e Umberto Giovannini a Patrizia Zelano e Basso Cannarsa (e molti altri), la loro galleria online è la Home of Italian Art!

Dopo aver integrato “VIPIO” di Convelio, il nostro strumento di quotazione dell'inventario, siamo entusiasti di prestare la nostra esperienza nelle spedizioni d'arte, al fine di consegnare le loro opere d'arte ai collezionisti e agli amanti in tutto il mondo! Abbiamo incontrato Eugenio Cannarsa, CEO di ARTXIT, per saperne di più...

Cosa ti ha spinto a creare ARTXIT?

Vengo da una famiglia di artisti, mia madre è un'insegnante esperta nell'incisione e mio padre è un fotografo. Nella mia prima età adulta, ho studiato arte al liceo e design all'università. Sono sempre stato circondato da artisti che esprimevano la loro creatività attraverso vari mezzi: pittura, fotografia, incisione e scultura. Ho ricordi di me che fisso l'impressionante tela di Francis Bacon a Parigi o che mi perdo nella Biennale di Venezia mentre i miei genitori lavoravano o andavano in giro.

Più tardi nella mia vita ho deciso di cambiare completamente la mia carriera e ho iniziato a lavorare nell'industria dei superyacht e degli investimenti, il che mi ha permesso di viaggiare per il mondo e di incontrare persone che mi hanno ispirato, lungo la strada. Ho notato che la diversità e la bellezza dell'arte contemporanea italiana non aveva davvero un canale di espressione rivolto al mondo. Spesso gli artisti non erano in grado di parlare altre lingue, eccetto loro lingua madre o non avevano il coraggio di mettersi al passo con le nuove tecnologie, questo ha alimentato la mia curiosità e il mio spirito imprenditoriale.

Negli ultimi 12 anni, ogni anno tornavo a casa in Italia e mentre ero lì, visitavo amici di famiglia, spesso artisti, e vedevo i loro studi pieni di opere d'arte, a prendere polvere o coperti da vecchie lenzuola. Tutte queste opere d'arte non potevano vedere la luce del mondo esterno e pensavo "come sarebbe bello se quelle opere potessero essere apprezzate dagli altri". Queste osservazioni sono maturate nel corso degli anni e la mia famiglia così come gli artisti che ho incontrato nel corso degli anni mi hanno spinto a plasmare ulteriormente le mie idee e ad agire... Creando ARTXIT, la casa dell'arte italiana.

Puoi ricordare un momento specifico nella tua vita in cui hai capito che questo era ciò che volevi fare?

Beh, l'arte è come un tatuaggio nella tua anima. Se ami l'arte, l'arte non ti lascerà mai. Durante la mia infanzia ho passato più tempo nelle gallerie d'arte che non giocando al parco, i miei genitori hanno probabilmente avuto una grande influenza nella mia passione per l'arte. Tornando alla tua domanda, sono un avido collezionista d'arte e non potevo lasciarmi sfuggire l'opportunità di passare più tempo ad incontrare nuovi artisti, discutere con loro e conoscere più da vicino loro e la loro arte.

Potresti darci qualche informazione sul tuo percorso per aprire (o) gestire questa attività?

Il modo in cui ARTXIT si è evoluto in questo primo anno è stato molto organico. Inizialmente, abbiamo costruito un team di rinomati curatori e critici d'arte italiani per identificare una prima lista di artisti italiani da avvicinare e con cui discutere il nostro progetto.

Come spesso accade quando si inizia una nuova impresa, l'inizio è stato impegnativo. Ma col tempo e un incontro dopo l'altro, più artisti italiani si sono interessati al progetto e si sono uniti all'avventura di ARTXIT. Alcuni hanno contribuito in misura maggiore fornendo preziosi feedback sulla piattaforma permettendoci così di migliorare costantemente l'esperienza utente e promuovendo ARTXIT agli artisti e collezionisti italiani. Ora, siamo in una fase in cui ci stiamo concentrando per portare ulteriore diversità alla piattaforma e aumentare il nostro sforzo nel marketing e nelle vendite. Stiamo puntando a costruire una tech company non solo una galleria d'arte online.

Come descriveresti l'ethos di ARTXIT?

ARTXIT ha lo scopo di condividere la passione per l'arte contemporanea degli artisti italiani, e mantenere l'arte e le esperienze ad essa collegate vere e autentiche.

Cosa offrono i vostri artisti che li rende speciali?

L'autenticità. I nostri artisti portano autenticità attraverso il loro lavoro e le relazioni che costruiscono con il nostro pubblico. Inoltre, l'unicità. Forniscono opere d'arte uniche che sono disponibili solo attraverso la nostra piattaforma. Infine, l'accesso al loro mondo e al loro processo creativo - abbiamo collaborato con gli artisti per portare i nostri clienti dentro la casa o lo studio!

Come ha visto cambiare il panorama dell'industria dell'arte da quando ha iniziato la sua carriera?

Penso che l'industria dell'arte sia simile ad altre industrie che ho avuto modo di vedere da vicno, non amano i cambiamenti. Ho visto il panorama dell'industria dell'arte evolversi da canali più tradizionali a modi più tecnologici e dirompenti di promuovere l'arte. La pandemia ha accelerato la necessità di un cambiamento e ha permesso la nascita di una maggiore diversità al di fuori dei soliti canali (acquisto esclusivamente online, uso di criptovalute per l'acquisto di arte...). Più recentemente, con NFT che è un nuovo modo molto interessante di considerare l'arte, abbiamo seguito questo spazio da molto vicino.

Cosa vi ha spinto verso Convelio e perché?

Convelio ha un approccio unico nel panorama dell'arte: la sua gamma di servizi, la semplicità del processo di spedizione, il suo coinvolgimento nel panorama dell'industria dell'arte e la sua capacità di portare valore aggiunto, tutto questo ci ha attirato verso Convelio. Quando abbiamo fatto crescere ARTXIT, volevamo assicurarci che la spedizione venisse gestita in modo semplice e sicuro, in modo che i nostri clienti si sentissero sicuri nell'acquistare attraverso la nostra piattaforma e, da parte nostra, ci sentissimo a nostro agio che la spedizione delle opere d'arte avvenisse nel modo più semplice possibile.

Cosa vi ha sorpreso di più o vi ha reso più felici della vostra decisione di usare Convelio?

Siamo stati felici di notare il livello di coinvolgimento e di cura che Convelio ha mostrato fin dal primo giorno. È stata una bella sorpresa quella di scoprire quanto semplice possa essere la spedizione quando si mettono sul tavolo i servizi giusti e la giusta attenzione.

April 20, 2021

Ottavia Ampuero Villagran