Life @Convelio -Smetti di lanciare nuove funzionalità, migliora quello che hai già.

Sono passati 9 mesi da quando sono entrato nel Product Team di Convelio. In questo periodo di 9 mesi l'azienda è cresciuta in tutti i reparti e abbiamo raddoppiato la nostra clientela: ora lavoriamo con più di 1.400 aziende in tutto il mondo. Dal punto di vista del Prodotto, quando ci siamo trovati di fronte a questa crescita impegnativa, sono stati commessi degli errori che hanno portato a degli insegnamenti fondamentali.

Photo by Hanson Lu on Unsplash

Come possiamo raggiungere l'eccellenza del prodotto: costruendo nuove funzionalità o perfezionando le basi?

Race to feature: dall'euforia alla delusione

La visione di Convelio è quella di fornire il più importante ecosistema d'arte per le spedire beni di valore in tutto il mondo. La nostra visione si basa sulla tecnologia e, di conseguenza, sul team di prodotto che la guida. Per fare questo, abbiamo costruito un'esperienza di servizio digitale fluido e modulare, dalla quotazione, alla prenotazione e al tracciamento delle spedizioni di opere d'arte. Ovviamente, è stato molto impegnativo. Le nostre roadmap scoppiavano, avevamo elenchi infiniti di esigenze dei clienti, ma alimentati da un palpabile entusiasmo sulla vasta gamma di prodotti da far crescere... A questo punto, stavamo spingendo con forza per fornire nuove caratteristiche, a prescindere dal costo. Con il senno di poi questo è stato un errore, e un buon modo per considerare le insidie e gli insegnamenti è attraverso la metafora del mondo della Formula 1. Per cominciare, ci siamo visti come una squadra di Formula 1 con condizioni migliori di quelle ottimali: 1- Una stagione piena di sole e una strada asciutta, portando con sé la certezza che ogni gara sarà terminata senza alcuna sosta - la bandiera sarà verde, la pista sarà libera. 2- A disposizione un gruppo di auto sexy e veloci, con motori imbattibili e gomme adesive e resistenti. 3- Un equipaggio dedicato e illimitato per aiutare a costruire e migliorare ogni vettura in modo da conquistare il maggior numero di punti possibile.

Formula 1 - A Nella foto qui, la visione di Convelio come la squadra Redbull pronta a partire. La realtà è stata un po' diversa. Se consideriamo la macchina di F1 come il prodotto e il pilota come l'utente, ecco i miei risultati migliori quando cerco di confrontarli con la mia routine quotidiana di Product Manager (per premettere, sì, ho passato qualche ora a guardare le gare di F1, e sono stato enormemente influenzato da entrambe le stagioni della serie di Netflix "Drive to Survive". Lo consiglio vivamente):

Il tempo era volubile, rendendo la strada scivolosa e i pezzi di detriti si sarebbero incastrati nell'auto. A questo punto, la bandiera gialla viene sventolata, la safety car interviene e ogni pilota deve rallentare con il divieto di sorpasso.

Debito tecnico da combattere, impatti nascosti, interdipendenze tra i prodotti... Concentrarsi esclusivamente sul rilascio di nuove caratteristiche di solito significa introdurre incertezza e/o complessità. Anche se il risultato è il piacere dell'utente, che è bello, ma questo porta un valore reale e a lungo termine? Ogni nuova funzionalità è una nuova gara e non c'è assicurazione che alla fine si otterranno punti -- il che significa che non c'è assicurazione per fornire un valore istantaneo all'utente.

L'auto rimane la stessa ma viene costantemente adattata (il regolamento dice solo 3 motori per l'intera stagione, il che significa che bisogna lavorare su di essi, e 3 gamme di pneumatici che hanno un ruolo significativo nelle prestazioni dell'auto - duro, medio, morbido - a seconda delle condizioni atmosferiche).

I dati mostrano che la vostra ruota ha delle vesciche e quindi ha un impatto negativo sulle vostre prestazioni? Box, switch, adapt. Lavorare sulle caratteristiche principali esistenti prima di aggiungerne nuove avrà un impatto maggiore per il cliente, che probabilmente era consapevole di ciò che non andava. Alla Convelio, la nostra esperienza dimostra che l'aggiunta di nuove funzionalità può danneggiare il prodotto in modo permanente, poiché questa strategia centralizza la quantità a scapito della qualità. Il ciclo di vita di una feature inizia nella concezione (con l'ideazione, lo scoping business e tecnologico, l'identificazione e l'implementazione di eventi di tagging che guideranno e giustificheranno ulteriori aggiustamenti) e termina nella post-produzione con l'analisi e il feedback degli utenti.

Formula 1- B La strategia di sottoquotazione può essere applicata anche al Prodotto, dove è necessario bilanciare rischio e ricerca.

L'equipaggio dei box non è estendibile (si hanno solo fino a 20 meccanici) quindi il giorno della gara tutti devono essere super reattivi, perché ogni secondo nel box è importante per un pilota.

I CPO/CTO hanno un sogno: costruire squadre indipendenti per ogni prodotto dell'ecosistema con risorse dedicate alla ricerca UX, al Design, al Prodotto e alla Tecnologia. Il problema è che nella maggior parte dei casi dobbiamo sfruttare al massimo le risorse limitate. La risorsa primaria è il team e dobbiamo capire come massimizzare il tempo/capacità di ognuno per fornire un valore istantaneo all'azienda (e agli utenti). Mettere il pilota nelle migliori condizioni è una questione di strategia. E la strategia inizia con la definizione delle priorità.

Ecco cos’è successo a Convelio.

Sotto la cupola

Quando il terzo trimestre del 2020 si è concluso, era giunto il momento di trarre conclusioni difficili: troppe iniziative erano state avviate, ma non così tante chiuse. Sembrava che ci fossimo allontanati troppo dai nostri utenti e che avessimo dato meno interesse alle interviste e alla raccolta di feedback. La cosiddetta mentalità "feature factory" ha preso il sopravvento mentre avevamo già una spina dorsale performante di caratteristiche fondamentali da tenere in vita.

Così abbiamo fatto inversione

La successiva sessione OKR ha visto il team allinearsi su 2-3 obiettivi principali per prodotto con 1-2 grandi caratteristiche da spedire e alcuni candidati se fossimo stati più veloci del previsto. Meglio lanciarne alcuni importanti che niente! E' così che siamo entrati nel 4° trimestre 2020, anche sfruttando un nuovo arrivato all'interno del Team di Prodotto. Gli abbiamo fatto eseguire direttamente un audit UX/UI completo della nostra piattaforma clienti: preventivi, fasi di prenotazione e fatturazione, preventivi e liste d'ordine salvate, gestione dei documenti... Ogni singola sezione è stata setacciata con il suo occhio nuovo! Da questo audit, abbiamo individuato rapide vincite e modifiche di maggiore impatto da implementare.

Formula 1 - C Audit completo della nostra piattaforma di quotazione con priorità

Nel frattempo, abbiamo creato una nuova struttura per guidare il cambiamento: 1- Implementazione di Design Review settimanali per identificare meglio e dare priorità alle caratteristiche, oltre a rapide vittorie. 2- Impostazione di un Productboard come nostro strumento di raccolta delle informazioni, in modo da non perdere il feedback degli utenti, qualunque sia il prodotto 3- Almeno 3 colloqui con gli utenti a settimana per essere sicuri di rimanere sulla buona strada e di rispettare le esigenze dei nostri clienti 4- Sviluppo di data-layer che ci fornirà dati precisi e approfonditi per aiutarci a prendere decisioni sui prodotti È così che ci siamo resi conto che una gran parte delle domande degli utenti erano legate alle caratteristiche esistenti e potevano essere facilmente affrontate con rapidi miglioramenti per eliminare la confusione e ridurre l'attrito. A volte, lo sviluppo di una soluzione rapida può essere fatto in un solo giorno... Ad esempio, riducendo il numero di domande poste al nostro Operations team con correzioni di valore, possiamo far risparmiare loro molto tempo in modo che possano elaborare un maggior numero di richieste di preventivi, che a loro volta generano maggiori ricavi, contribuendo così a sostenere la visione dell'azienda (scorrete in alto se avete dimenticato quella di Convelio). E questo è un esempio di una vittoria rapida e isolata.

A volte, sexy non significa degna. Pensateci

Formula 1 - D Cocorico, la sezione 'What's New' è piena di correzioni di valore!

Il 2020 è stato un anno piuttosto impegnativo: la crescita dell'azienda ci ha costretti a ridurre le nostre ambizioni e a ripensare la nostra organizzazione. All'interno del team Prodotto, il nostro obiettivo è quello di portare online il 50% dei clienti entro la fine del 2021. Anche se questo è ancora ambizioso, stiamo andando avanti con una strategia rinnovata e ho la sensazione che non abbiamo mai guidato meglio prima d'ora.

December 23, 2020

Matthieu Harder